Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1090 - Abisso dei Ponti Naturali

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso dei Ponti Naturali
Nome principale sloveno
Numero catasto 1090
Numero catasto storico 4040VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5059876,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427325,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 9,7104" (45,68603068)
Longitudine WGS-84 13° 48' 35,2124" (13,80978123)
Latitudine UTM WGS-84 5059853,2
Longitudine UTM WGS-84 407318,9
Quota ingresso 320
Data esecuzione posizione 31-08-2001
Affidabilità posizione 3° gruppo riposizionamento regionale GPS (2001)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,8m x 0,4
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Restaino Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 36.8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 84
Dislivello totale 84
Quota fondo 236
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre vicino alla Caverna dei Rovi (1094/4039VG), con la quale un tempo costituiva un unico sistema.
La parte iniziale di questa cavità era nota da tempo e si sviluppa con alcune brevi gallerie adorne di belle stalattiti; il passaggio che ha permesso di raggiungere una maggiore profondità era dissimulato dalle concrezioni e, una volta aperto, è rimasto comunque molto stretto. Dopo alcuni stretti pozzi l'abisso continua con una lunga frattura verticale, interrotta da vari ponti naturali che agevolano la discesa verso una vasta caverna, ingombra di massi di frana; all'estremità di tale caverna scende un ultimo salto, nel quale, a differenza di quanto fin qui osservato, le pareti sono intensamente erose corrose.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 29-05-1960
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 07-06-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 07-06-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre