Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1041 - Pozzo a S di Baita

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a S di Baita
Nome principale sloveno
Numero catasto 1041
Numero catasto storico 4148VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5067991,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419279,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 28,5491" (45,75793031)
Longitudine WGS-84 13° 42' 17,2669" (13,70479635)
Latitudine UTM WGS-84 5067968,1
Longitudine UTM WGS-84 399273,2
Quota ingresso 239
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9.5
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 2.7
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12
Dislivello totale 12
Quota fondo 227
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Seguendo la strada che da San Pelagio porta a Gabrovizza San Primo, dopo circa 110m dall'osteria di Baita di Ternova, sul lato destro della suddetta, si trova una strada campestre larga in media 2m che si dirige verso le sovrastanti colline di Aurisina e che, dopo un ampio giro lungo le campagne intorno, ritorna sulla strada principale all'altezza dell'Osteria di Grassia. Seguendo tale stradina per circa 200m si deve piegare a sinistra e, dopo un'altra novantina di metri, si incontra una dolina del diametro di 25m e profonda 5m nel cui lato Sud si apre l'ingresso del pozzo.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta è largo 1m x 1,60m e dà accesso ad un pozzo dalle pareti alquanto accidentate.
Sul fondo detritico del pozzo si trova un residuato bellico che potrebbe risultare pericoloso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-07-1959