Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1034 - Spelungia delle Zores

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Spelungia delle Zores
Nome principale sloveno
Numero catasto 1034
Numero catasto storico 468FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Montereale Valcellina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 064043 - Pala d’Altei
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5113577,0
Longitudine Gauss-Boaga 2334044,0
Latitudine WGS-84 46° 9' 0,7122" (46,15019782)
Longitudine WGS-84 12° 35' 30,738" (12,59187167)
Latitudine UTM WGS-84 5113554,8
Longitudine UTM WGS-84 314040,4
Quota ingresso 1400
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 30
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 24
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 36
Dislivello totale 36
Quota fondo 1364
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Sul Monte Sarodinis alla sommità di uno stretto canalone che dal sentiero che parte dalla Casera Rupeit e va verso il Montelonga si innalza incidendo il ripido fianco di un "Zucculet", si apre un pozzo che i paesani di Malnisio chiamano "Spelungia delle Zores", che nel dialetto locale significa "Spelonca delle Gazze"; tale nome deriva dal fatto che alcune gazze nidificano negli oscuri ed umidi anfratti della roccia all'interno del pozzo.
La grotta si apre in una frattura orientata Sud-Nord e l'inclinazione degli strati è di 30° con un'immersione in direzione Nord circa.
Descrizione dei vani interni della cavità Sul fondo del pozzo, dopo un piano detritico inclinato, una breve galleria porta ad una cavernetta ingombra di massi di crollo. All'inizio della galleria sono stati rinvenuti i resti di una rudimentale scala fatta con grosso filo di ferro, probabilmente usata da qualche precedente inesperto viaggiatore.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-05-1959