Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1030 - Marmitta presso Borgo Grotta Gigante

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Marmitta presso Borgo Grotta Gigante
Nome principale sloveno
Numero catasto 1030
Numero catasto storico 3928VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062175,0
Longitudine Gauss-Boaga 2423230,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 22,1726" (45,70615906)
Longitudine WGS-84 13° 45' 24,2931" (13,75674807)
Latitudine UTM WGS-84 5062152,2
Longitudine UTM WGS-84 403224,0
Quota ingresso 248
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Autore posizione Premiani Furio
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 16
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 9.5
Dislivello totale 9.5
Quota fondo 238.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre subito sotto l'orlo dell'ampia dolina situata presso la strada Prosecco-Borgo Grotta Gigante.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è perfettamente circolare e vi si accede attraverso un passaggio laterale provvisto di rozzi gradini. L'imbocco è cintato verso Nord da un basso muretto, mentre dalla parte opposta la roccia frastagliata si eleva fino al piano di campagna; le pareti della marmitta sono modellate da anse levigate e sul fondo pianeggiante cresce un'abbondante vegetazione.
La grotta è stata usata evidentemente come ricovero e probabilmente la bocca era chiusa in qualche modo per riparare gli occupanti dalle intemperie.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 25-05-1959