Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1020 - Holopwa Jama

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Holopwa Jama
Nome principale sloveno
Numero catasto 1020
Numero catasto storico 427FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067024 - Montefosca
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5117130,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400273,0
Latitudine WGS-84 46° 11' 49,2111" (46,19700308)
Longitudine WGS-84 13° 26' 53,5201" (13,44820002)
Latitudine UTM WGS-84 5117106,6
Longitudine UTM WGS-84 380268,3
Quota ingresso 570
Data esecuzione posizione 31-12-1997
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 49
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 12
Dislivello negativo
Dislivello totale 12
Quota fondo 570
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre nel fianco roccioso (costituito da uno specchio di faglia con andamento verticale e direzione NE-SW) della stretta gola incisa dalle acque del Rio Bodrin, in prossimità del paese di Montefosca.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta è costituita da un'unica galleria in leggera salita con una pendenza fino a 20°, la quale dopo una lieve strozzatura termina in due camini ascendenti e contigui. E'una cavità di interstrato, con morfologia a condotta forzata modificata da depositi di riempimento alluvionale e da crolli presso l'ingresso. I sedimenti sono stati reincisi da un corso d'acqua in epoca non troppo lontana, il che fa supporre che la grotta sia ancora occasionalmente attiva.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 16-03-1986